skip to Main Content

Bio

Fotografo Augusto Cipollone

L’arte, le stampelle, la musica, la pallacanestro e naturalmente la fotografia. Dalla fusione unica e un po’ folle di questi elementi nasce l’attitudine creativa di Augusto Cipollone, un fotografo che non è il solito fotografo.

Dagli esperimenti con la Nikon newyorkese del padre alle giornate spese in cerca di spunti in compagnia della sua fedele Canon Eos 5 il tempo passa e dopo la maturità è tempo di buttarsi nella patria della fotografia, Milano

Milano

Le prime esperienze in un centro di formazione professionale, poi le collaborazioni col fotografo Diego Fuga in progetti importanti per redazionali di moda come kult – avanguardie creative, still life per Diesel e Cerruti e tanto altro.

Crescono tecnica ed esperienza, così come la confidenza con la strumentazione da studio e la logistica. Una crescita che permette ad Augusto di entrare ne “Il Riccardo Bauer”, prestigiosa accademia a numero chiuso in cui la fotografia fashion e non solo è il pane quotidiano.

Advertising

Plaza Advertising

Nei 2 anni di corso arrivano anche gli stage, fonte di nuove conoscenze e condivisione di esperienze con altri professionisti come la fotografa Patrizia Savarese di Roma.

All’esperienza con la moda si affianca quella con l’advertising, incentrata su tecniche fotografiche creative e illuminazione del set. Il tempo di tornare a Milano che le esperienze si allargano alla TV: ripresa dinamica, gestione di vari set in differenti scenari, gestione di un set televisivo in tutte le sue occorrenze.

TV e Concerti

Un percorso professionale in continua crescita che si concretizza in contesti operativi importanti di tv e stampa come ESPN, RAI, Mediaset e Mediaset premium, Match music,  Motociclismo, Al Volante e molti altri.

Non mancano poi le produzioni internazionali: saloni dell’automobile di Parigi, Francoforte e Ginevra; comparative per Motociclismo in California, Comparative per Al Volante in Marocco, Spagna e Germania.

Successivamete arrivano anche le tournée di importanti artisti come Zero Assoluto e Patty Pravo come tecnico luci per la rinomata Black Out.

Back To Top